2006– anno V
RUBRICHE

 

 

 

AI LETTORI

 

   Con in nuovo anno (il quinto della nostra Rivista) arriva una nuova riforma, quella della legge falimentare, con il decreto legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri il 22 dicembre 2005 (ed in corso di pubblicazione), a completamento delle modificazioni, di cui alla legge 14 maggio 2005, n. 80.
   Forse tale riforma non ha l’organicità dichiarata dal titolo del decreto (“Riforma organica della disciplina delle procedure concorsuali”); sicuramente ha un carattere innovativo più forte di precedenti proposte, magari davvero organiche, e soprattutto rappresenta una inversione di tendenza, rispetto al dirigismo pubblico, avviato nel nostro ordinamento con una legge del 1930 (che aveva tolto ai creditori concorsuali il potere di nominare il curatore) e confermato dalla legge fallimentare del 1942.
   L’anno nuovo è segnato pure dall’approvazione della legge sulla tutela del risparmio (legge 28 dicembre 2005, n. 262), che modifica numerose norme del TUF (d. lgs. 24 febbraio 1998, n. 58), del TUB (d. lgs. 1 settembre 1993, n. 385) e del codice civile, per porre rimedio alle disfunzioni dei mercati finanziari degli ultimi anni.
   Con una produzione legislativa così imponente nella nostra materia, sempre più importante è seguirne i mutamenti con la necessaria tempestività e tentarne una sistemazione.
   In questa prospettiva continuiamo nella pubblicazione della Rivista, che trova attenzione anche al di fuori dell’Italia (nel motore di ricerca su Internet “Google”, oltre alla presenza delle nostre pagine, ci sono più di duecento occorrenze per citazioni di “dircomm.it” su altri siti, pure stranieri).
     Roma, gennaio 2006

 

                 Giovanni Cabras e Paolo Ferro-Luzzi